Microinnesto capillare

Rate this post

La microchirurgia capillare o tecnica di microinnesti serve per risolvere problemi di alopecia sia in uomini che in donne. Si utilizza in quei casi in cui né i farmaci né i cosmetici sono serviti come soluzione alla calvizie. In genere si utilizza in persone che hanno un´alopecia avanzata a causa di un trattamento tardivo della stessa.

Microinnesto capillare

Le tecniche di microinnesto sono varie, nonostante ciò, normalmente consistono nel trapianto di capelli del paziente da una zona a un´altra. Per la realizzazione dell´intervento si usa anestesia locale. La tecnica consiste nell´innestare la radice dei capelli del paziente in zone deserte di capelli. È una tecnica che si deve realizzare con molta attenzione dato che bisogna tenere presente la direzione di crescita dei capelli e anche l´angolo. Se non si tenessero presenti questi aspetti, non si otterrebbe un risultato naturale.

La zona donatrice di capelli che si sceglie nella maggior parte dei casi normalmente è nella parte posteriore della testa e, in alcuni casi, ai lati. La ragione per cui si scelgono queste zone è che i capelli normalmente sono di migliore qualità e, inoltre, nel caso in cui si tratti dei capelli della parte posteriore, normalmente sono quelli che durano di più, sono soliti rimanere tutta la vita, vale a dire, sono configurati per non cadere. Grazie a una buona selezione dei capelli si ottiene che più del 95% dei follicoli piliferi trapiantati sopravvivano e possano svilupparsi e continuare a crescere con normalità nella nuova area di innesto.

Tecniche di microinnesto

Esistono vari tipi di microinnesti a seconda del modo di portare a termine ognuna delle fasi dell´intervento. Qui di seguito sono spiegate le caratteristiche di ognuna.

Per ottenere i follicoli o innesti esistono due tecniche. La prima di queste è la Follicular Unit Extraction (FUE) e l´altra è la striscia (STRIP). Con la prima tecnica si estraggono i follicoli con uno strumento chiamato punteruolo. Questo strumento permette un´estrazione minima che non richiede sutura. Uno dei contro di questo intervento è che ha bisogno di più tempo e che è possibile sezionare i follicoli involontariamente durante l´estrazione. Implica anche la necessità di rasare i capelli nella zona donatrice. In genere si utilizza solo nei casi in cui la quantità da impiantare è scarsa (ciglia, basette, cicatrici…).

Con la tecnica della striscia(STRIP) è necessaria l´anestesia locale dato che per estrarre i follicoli si estrae una losanga di pelle completa e richiede sutura. La cicatrice che rimane è praticamente impossibile da vedere dato che rimane coperta dai capelli. L´estrazione di una striscia di pelle permette di ottenere grandi quantità di capelli in una sola sessione.

Microinnesti in donne

Microchirurgia dei capelli

Nonostante l´86% dei microinnesti che si realizzano su uomini, l´alopecia femminile sta vivendo un grande aumento e gli interventi di microinnesti su donne sono ogni volta di più. In solo un anno, si sono quadruplicate le operazioni. La paziente tipica normalmente supera i 30 anni.

Normalmente le donne non soffrono di una perdita di capelli uguale a quella degli uomini (retrocesso di capelli) ma normalmente perdono i capelli nella parte superiore della testa. Questa forma di alopecia fa sì che sia necessario un disegno distinto delle zone in cui fare l´innesto e un´attenzione speciale nella direzione e all´angolo dei capelli.

Un´altra curiosità circa i microinnesti su donne è che, dopo aver realizzato l´intervento, le donne sono solite notare un incremento della caduta dei capelli durante 3 mesi. Una volta passato questo tempo, si torna alla normalità e i capelli trapiantati non si perderanno.

Chi può realizzarsi un microinnesto

Si consigliano i microinnesti a tutte quelle persone che hanno provato già altri trattamenti capillari senza ottenere una soluzione decente a breve termine o per casi in cui l´alopecia è molto avanzata (sia anche perché si è cominciato tardi il trattamento o perché sia venuto di colpo). L´unica cosa necessaria per poter sottomettersi a questo procedimento è godere di buona salute e che si sia potuta stabilire una causa medica per l´alopecia. Vale a dire, si deve conoscere cos´è ciò che sta provocando la caduta dei capelli.

Le persone che soffrono di alopecia areata non possono realizzarsi questo intervento a meno che un medico realizzi uno studio esaustivo del cuoio capelluto (compresa la biopsia) e stabilisca che sia passato del tempo prudente di stabilità.

Dove si possono realizzare i microinnesti

Anche se nella maggior parte de casi si realizzano sulla testa, si possono realizzare microinnesti in barba, sopracciglia, basette, cicatrici, baffi, ecc. Praticamente qualsiasi area è soggetta al microinnesto, è necessario solo domandare allo specialista. Ci sono zone, come per esempio le ciglia, che normalmente non si realizzano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest